Blog

RUSSIA _ MONGOLIA: si inizia l avventura!!

Posted by in Big Mamas Team Blog | August 09, 2012

ed eccoci qui!!!

salutiamo Astana con un’ultima doccia ed eccoci in marcia per il secondo ingresso in Russia prima di entrare finalmente in Mongolia!!!

Decidiamo di premere l’acceleratore (per modo di dire, visti i prestanti mezzi) e in poco anzi pochissimo eccoci al confine

Le solite procedure doganali e rieccoci in Russia, questa volta in uno scenario completamente diverso dal precedente

Dopo qualche ora di marcia, iniziamo a salire di quota ed eccoci in quel paradiso che e’ l’Altai. Paesaggio mozzafiato che soprende completamente tutte le Mamas

incrociamo i primi team delMongol rally: inglesi, americani,.. Andiamo avanti un po’ con loro ma preferiamo non fermarci per arrivare un po’  prima in frontiera e avere meno problemi. Eccoci quindi in prima linea o quasi per il passaggio doganale Russia-Mongolia, il mattino dopo.

E’ ora di pranzo. Entreremo in Mongolia, a pezzi, solo 30h dopo. Non vi annoio con tutti disastri, come il campeggio in ipotermia fuori dalla dogana e le ore negli uffici mongoli o i nomi sbagliati sui visti… Degni di nota invece i compagni di avventura: una coppia di quarantenni pazzi in Smart in viaggio dall=olanda, degli australiani con la macchina gia a pezzi, dei francesci che erano in dogana fermi da 4 giorni e sperano tuttore di arrivare a ulaan bator in 4 giorni (poveracci) e tanti altri team e gruppi di viaggiatori. c e’ un bel clima di solidarieta’, una chitarra e un falo. e soprattutto i venezuelani di Miami hanno un carico di dolci al cioccolato che aiutano l-umore.

Passata per un soffio la frontiera (altri 10 minuti e ci saremmo fatte la 2a notte in dogana) eccoci nel paradiso

Colori saturi come non ne abbiamo mai visti prima. solo natura meravigliosa. Prati pendii montagne laghi e finalmente… gli YAK!!!!

Nomad e Mamas crollano soddisfatti e si accampano nemmeno 30 km di sterrato dalla frontiera. ah si, salutiamo l-asfalto, ormai :)

si riparte, sempre tra terre splendide, passando per Olgii, cittadina o meglio villaggio mezzo Kazaka, doveintercettiamo di nuovo alcuni team che negli ultimi km avevano gia’ avuto proiblemi alle macchine grazie alle strade dissestate, facciamo rifornimento base (carta igienica, fazzoletti, acqua e dolci a volonta) e si riparte. il paesaggio e’ sempre pazzesco. le gher (tende mongole) sono disseminate tra allevamenti di cavalli e montagne. l fatica dello sterrato e’ ripagata dallo spettacolo per gli occhi

camppeggio in altitudine e risveglio sotto l-acqua, mattina di rally adrelinico poi tra torrenti, guadi e salite non indifferenti per il pandino!! viaggia con noi anche un kazako che nel chiederci un passaggio per un centinaio di km, ci aiuta a scegliere le piste piu adatte ai mezzi

e stasera, tutti a nanna in una gher

pollice in su per l-ospitalita’ locale!!

uh, vi cosigliamo i latticini locali come il latte di giumenta fermentato.

 

la parte tosta inizia ora, ma dovreste vedere che sorrisi abbiamo…

 

 

Google+LinkedInEmailShare

Leave a Reply